FILTRI

L'artigiano

Produttori

Fornitori

per pagina
  • Abbazia San Giorgio - Battista Belvisi

    Khamma, a sud-est dell'isola di Pantelleria, tre ettari e mezzo condotti in biologico e biodinamico e con il tipico alberello Pantesco.  Non si effettuano concimazioni né con concimi chimici né organici. A fine inverno si interrano le erbe spontanee.

    L'alberello a Pantelleria. 

  • Antonio Centonze Az. Agr.

    Sicilia. Trentacinque ettari a oliveti e agrumeti che poggiano su storiche cave di tufo calcareo, le Latomie. Monocultivar di Nocellara del Belice, delicate note agrodolci e un contenuto polifenolico che dà un olio dal sottile profilo amaro e piccante. 

  • Aprutinum

    Aprutinum è la prima azienda in Italia a proporre olii extravergine biologici naturalmente nutraceutici, in grado cioè di coniugare le caratteristiche nutrizionali dell’olio a quelle farmaceutiche e curative.

  • Assoluto BIO

    Dalla terra di Puglia un pomodoro cresciuto nelle migliori condizioni, assetato d'acqua e intriso di tutto il sole del Sud. 

  • Auriel

    Coltivare una vigna in modo naturale è come danzare tra Cielo e Terra: tre ettari di Barbera e Grignolino in un angolo impervio del Monferrato coltivati in biodinamica su terreni argillosi-calcarei. Fermentazioni spontanee, nessuna chiarifica o filtrazione. 

  • Az. Agr. Biologica Caravaglio

    “L’attività agricola è storia e identità di Salina. Ne sono simboli e protagonisti il cappero e la vite" - Antonino Caravaglio

  • Az. Agr. Legnani Stefano

    Vini solidi e concreti dalla lunga mineralità, sapidi e con una schiena acida che li sorregge, fiere espressioni della Liguria genuina. 

  • Az. Agr. Marina Palusci

    L’Uomo di Ferro, oggi emblema dell’Azienda, era un tempo il Mastro Oleario del frantoio della Famiglia, solito cominciare la giornata di lavoro con una coppa d’olio e un pezzo di pane. L’olio è un Alimento, un ingrediente protagonista che non può restare all’ombra di altro cibo. 

  • Azienda Agricola E.D. Enrico

    L’Azienda Agricola E.D. Enrico coltiva circa 12 ettari di oliveti nelle colline Pontine, in un’area compresa fra Itri e  Castellonorato. I 3000 olivi sono per la maggior parte secolari e di una varietà locale, la Itrana.

  • Bakari

    Bakari #socialmentespensierati è un progetto di “negoce” nato dal confronto e dalla collaborazione di un vignaiolo, un enologo, un selezionatore, un ristoratore ed un artista.

  • Birra Morgana

    Birra artigianale non filtrata, non pastorizzata, ad alta fermentazione.

  • Cantina Margò - Carlo Tabarrini

    Geniale e imprevedibile, spontaneo e irriverente: come Carlo, sono i suoi vini, realizzati nella piu piena espressione del territorio e del non intervento. Cantina Margò è un progetto di ricerca e realizzazione, nella custodia di una vigna che pianta le radici sul un terreno di Marna Blu e fossili.

  • Castello D'Angiò

    "Siamo impegnati a lottare contro chi altera tutto ciò che mangiamo".

  • Champagne Barrat Masson

    Aurélie in cantina e Loïc in vigna danno vita dal 2010 a Champagne da intuizione naturale, in  grado di esprimere la loro passione. Hanno scelto di condurre la vigna secondo i principi dell'agricoltura biologica per permettere ai vini di rivelare spontaneamente la loro personalità e interpretare al meglio il territorio in cui le viti crescono.

  • Champagne Rémi Leroy

    Una famiglia di viticoltori da tre generazioni nella regione dell'Aube. Rémi vinifica dal 2009 le sue uve coltivate in agricoltura biologica non certificata alla ricerca di un'espressione caratteriale e rappresentativa del Terroir. Un vigneron giovanissimo con un approccio deciso e consapevole.

  • Chateau Bas

    Parlare del territorio, delle mattine luminose, del Maestrale: le parole del vino raccontano di un luogo, di casa, attraverso un segno, un odore, un ricordo. 

  • Château de la Roche En Loire - Louis-Jean Sylvos

    Dalla Touraine, Loira, Borgo di Belle Corix, vini ottenuti da vigneti Chenin Blanc, Grolleau, Côt e Cabernet Franc in biologico e biodinamico. Trentacinque ettari su terreni calcarei ricchi di argille brune e rosse, nessuna chimica, affinamenti in barrique usate e nessuna filtrazione. 

  • Château Flotis - Katia Garrouste

    Dalla regione del Sud-Ouest vini da uve biologiche a base di Negrette, vitigno autoctono tipico dell'Occitania, Gamay e Syrah, vigne di circa quarant'anni. Circa ventotto ettari nell'AOC dedicata, che è quella di Fronton. 

  • Clos Cristal - Come Isambert

    Custode di un miracolo tecnologico di fine '800, il muro riflettente e accumulatore di calore, Eric conduce in Biodinamica questo vigneto di Cabernet Franc piantato nel 1929, capace di generare vini austeri e profondi, vinificati senza solfiti aggiunti.

  • Clos Puy Arnaud - Thierry Valette

    Sulla dorsale di St. Émilion, a Belves de Castillon, 6 Ettari coltivati in Biodinamica dal 2004 alla ricerca di un espressione cristallina del frutto.

  • Colle del Bricco

    L'Oltrepó naturale, da viticoltura responsabile: vera espressione del territorio e del pensiero Pavese. A cavallo tra quattro regioni geologicamente molto diverse, a sud del Pò, Croatina, Riesling e Barbera da viticoltura biologica. 

  • Corbellini

    A Cellatica, zona d'elezione della Franciacorta, la famiglia Corbellini produce Spumanti Metodo Classico da uve Chardonnay e Pinot Nero in regime di agricoltura biologica. 

  • Cosimo Maria Masini - Francesco de Filippis

    Dal cuore della Toscana, tra le colline di San Miniato, passione Biodinamica sulla Via Francigena, in provincia di Pisa. 

  • Daniele Portinari Azienda Agricola

    In un contesto naturale selvaggio boschivo e collinare, nel sud dei Colli Berici, Daniele Portinari coltiva 5 ettari tra Tai Rosso, Tai Bianco e alcuni vitigni internazionali.
    I vini sono espressivi e veraci, testimoni autorevoli di questo terroir riscoperto da qualche anno.

Mostrando 1 - 24 di 88 articoli

Iscriviti subito
alla nostra Newsletter

 

Spedizione Gratuita In italia

Su tutti gli ordini di importo minimo 59 €