FILTRI

Produttori

Elenco dei prodotti per produttore Meyer-Fonné

Esaltazione delle differenze parcellari, viticoltura biologica, vinificazione tradizionale. Vini di grande eleganza espressione fedele di vitigni autoctoni e di uno dei piu preziosi terroir Alsaziani.


NazioneFrancia
RegioneAlsazia
Inizio Attività1960
AOCAlsace, Alsace Grand Cru
Ettari vitati12

Età delle vigneda 15 a 60 anni
Agricoltura praticataBiologica (non certificata)
VitigniPinot Blanc, Riesling, Pinot Gris, Gewurztraminer, Muscat, Pinot Noir
Produzione annua70.000 bottiglie



Il Villaggio di Katzenthal, dove si trovano i vigneti di Meyer Fonnè


L'Azienda Meyer Fonnè è un'attività gestita dalla famiglia, di origine svizzera, da tre generazioni. Felix Meyer è stato il fondatore.


Nel 1960 è iniziato l'imbottigliamento e la vendita ai privati. Dal 92, Felix, nipote del fondatore, ha preso le redini del Domaine impegnandosi a diversificare i terroir ed i grand cru.


Felix Meyer, vini naturali alsaziani


Questa attenzione al terroir che si manifesta in una costante vinificazione parcellare (vinificando separatamente le uve di ogni singolo appezzamento di vigneto) è la caratteristica principe dei vini di Meyer Fonnè, veri e propri rappresentanti territoriali dei celebri vitigni alsaziani.


I cru di Meyer Fonnè, vini alsaziani naturali distribuiti da meteri


I vigneti si estendono su dodici ettari e sette comuni , vale a dire Katzenthal , Ammerschwihr , Ingersheim , Riqueuwhir , Kientzheim , Colmar e Bennwihr . La geologia dei terreni , la morfologia del territorio e l' esposizione variano molto da luogo a luogo . I terreni variano da scarsa qualità filtranti depositi alluvionali (Colmar) a ricco , profondo terra arenaria argillosa (Riqueuwhir) , con il granito in mezzo (Katzenthal) . I rilievi vanno dal piatto (Colmar) a molto ripido (Katzenthal) .


Geologia dei terreni di Meyer Fonnè con Felix Meyer


I gradi di esposizione sono anche molto vari; vanno dalla parte più fredda occidentale alla parte esposta a sud molto calda e soleggiata . Questa grande varietà di terroir costituisce un carattere distintivo e una grande ricchezza per la maggior parte dei vitigni.


i Cru Alsaziani dove si trovano i vigneti di Meyer Fonnè


Grand Cru


  • Wineck-Schlossberg Grand cru - Katzenthal
    Terroir molto friabile, miche e granito piantato con Riesling e Gewurztraminer

  • Wineck-Schlossberg Grand cru - Katzenthal
    Terroir molto friabile, miche e granito piantato con Riesling e Gewurztraminer

  • Kaefferkopf Grand cru - Ammerschwihr
    Terroir illustre , ricco di argilla e arenaria calcarea , piantato a Riesling e Gewurztraminer

  • Furstentum Grand cru - Kientzheim
    Terroir su suolo di arenaria calcareo argillosa esposto a Sud . Vitigni Gewurztraminer

  • Sporen Grand cru - Riquewihr
    Terroir su suolo pietroso e calcareo argilloso . Vitigni Gewurztraminer

  • Schoenenbourg Grand cru - Riquewihr
    Terroir su un suolo calcareo marnoso ( marna verde ) , vitigni Riesling

I vigneti di Meyer Fonnè, vini naturali alsaziani importati da Meteri


Lieu Dits (sono dei cru secondari)


  • Hinterburg De Katzenthal
    Terroir con terreno di granito con un ricco sottosuolo granitico argilloso . Rocce molto friabili . Il vigneto si trova su un pendio molto ripido ( oltre il 45 % ), coltivato a terrazze . Piantato a Pinot Gris

  • Dorfburg - Ingersheim e Katzenthal
    Terroir con un tipico terreno calcareo marnoso . Pinot Gris e Gewurztraminer

  • Pfoeller De Katzenthal
    Terroir calcareo . Piantato a Riesling

Secondo la filosofia di Meyer Fonnè, il compito del vigneron è quello di adeguare il lavoro alla natura di ogni parcella e di ogni vitigno, per ottenere il meglio da ciascuno. Ciascun vigneto e ciascuna varietà richiede metodi ed approcci differenti.
Nella gestione dell'inerbimento, per esempio, per compensare le scarse precipitazioni nella regione di Colmar, i terreni drenanti sono completamente arati per evitare qualsiasi competizione da parte delle erbe infestanti, quelli tradizionali sono a prato da una parte e arati dall'altro, quelli più ricchi e umidi sono completamente inerbiti. I pendii più ripidi (non lavorabili dal trattore) sono circa il 25%. Questi vengono lavorati con un cingolato una volta l'anno. L'attenzione di Meyer Fonnè a limitare lo stress idrico alla vite è massima.


La protezione fitosanitaria della vite implica essenzialmente l'uso di zolfo, rame e prodotti utilizzati in agricoltura biologica.


Nessun concime chimico viene utilizzato nella gestione del vigneto, solo compost ci facciamo utilizzando materie prime provenienti da agricoltura biologica. Carbonato di Calcio e Magnesio vengono utilizzati ogni anno sui terroir granitici per impedire l'acidificazione.


L'impianto è a Guyot singolo o doppio in relazione al vigore di ogni vite. Il controllo dei germogli è realizzato con grande cura per ottenere un adeguato numero di grappoli e molta attenzione è posta sulla disposizione foliare per ottimizzare l'esposizione di tutte le piante (2-3 passaggi a stagione). La potatura verde è quindi utilizzata raramente e limitatamente alle vigne giovani.


Le vendemmie sono realizzate per maturazione, ma non per surmaturazione, al fine di massimizzare l'espressione di vitigno e terrori. Le vendemmie tardive e le selezioni di acini nobili (S.G.N) vengono praticate solo nei grandi terroir.


Tutte le uve di Meyer Fonnè sono raccolte a mano e trasferite in cantina di vinificazione in ceste di legno da 150 Kg dette "Bottiches", quindi trasportate alla pressa con un nastro che evita schiacciamenti e danneggiamenti dei grappoli.
La pressatura dura da 4 a 10 ore al variare del vitigno, ed i succhi sono estratti a freddo per 24-36 ore. Le fermentazioni durano da 2 settimane a oltre 3 mesi in funzione di vitigno, annata e tipo di tino. Quindici giorni dopo la fine delle fermentazioni i vini vengono travasati e inizia l'affinamento sui lieviti fini (fecce).


L'autolisi dei lieviti stabilizza il vino in modo naturale e ne mantiene più integre le caratteristiche; da anche ai vini maggiore ricchezza e ne permette la vinificazione con minor zucchero residuo. I vini base sono filtrati a metà aprile e imbottigliati alla fine di maggio per preservare frutto e freschezza. I vini di terroir rimangono ad affinare sulle fecce fino alla fine di settembre per esaltare la tipicità di ogni parcella.


Read More
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo

Iscriviti subito
alla nostra Newsletter

 

Spedizione Gratuita In italia

Su tutti gli ordini di importo minimo 59 €